Centro Culturale "Mons. Lorenzo Bellomi"

Fatima nel cuore della storia Giovanni Paolo II e il XX secolo alla luce dei segreti di Fatima

Aura Vistas Miguel vaticanista dell'emittente portoghese Radio Renascenza, curatrice della mostra
Fausto Biloslavo reporter di guerra triestino
Martedì 10 maggio 2005 - ore 18:15
Centro Congressi "Stazione Marittima" - Trieste

La mostra omonima (vedi pagina relativa), è stata presentata a Trieste il 10 maggio in un incontro a cui hanno partecipato Aura Vistas Miguel, giornalista portoghese dell'emittente cattolica "Radio Renascenza", curatrice della mostra, ed il giornalista triestino Fausto Biloslavo in qualità di intervistatore.

In un dialogo frizzante fra i due è stato ripercorso quanto accaduto a Fatima all'inizio del secolo scorso, quando a tre poveri pastorelli ha iniziato ad apparire la Madonna che portava un messaggio di conversione, preghiera e penitenza.

Quanto rivelato nel corso delle apparizioni della Madonna è poi stato confrontato con quanto accaduto nel secolo degli "ismi" (fascismo, nazismo, comunismo): le profezie si sono avverate e si è potuto constatare la potenza della preghiera.

L'attentato a papa Giovanni Paolo II del 13 maggio 1981 è stato indicato come fondamentale per far ascoltare quanto suor Lucia, la "portavoce dei veggenti", ha invano cercato di dire ai vari papi che si sono succeduti: l'importanza della preghiera capace di modificare il corso della storia.

Episodi, aneddoti e "coincidenze" che hanno del miracoloso, sono pure stati raccontati nel corso dell'incontro: un invito a visitare la mostra e ad approffondire l'argomento.

La giornalista portoghese Aura Vistas Miguel.

Umberto Baldi; la curatrice della mostra su Fatima, Aura Vistas Miguel; il giornalista triestino Fausto Biloslavo

Veduta d'insieme del pubblico nella sala "Vulcania 1" del Centro Congressi "Stazione Marittima" di Trieste".

Il pubblico nella sala "Vulcania 1" del Centro Congressi "Stazione Marittima" di Trieste".

torna all'archivio delle iniziative

versione stampabile
 
scrivi al webmaster